In ufficio come un Santo in processione

Poco tempo fa, in un ufficio pubblico è stata organizzata una riunione importante a cui erano invitati anche i dirigenti di alcune aziende esterne. Tra questi – era noto a tutti – c’era il direttore di una società che aveva seri problemi motori, invalidanti, tanto da non consentirgli di salire le scale. E di gradini da salire  ce n’erano tanti per arrivare in quell’ufficio; gradini alti come sono quelli delle scale dei palazzi antichi.

A nessuno è venuto in mente che per il Direttore sarebbe stato impossibile salirli; oppure, peggio ancora,  gli organizzatori ci hanno pensato e  senza farsi troppi problemi avevano già scelto la soluzione che è stata poi attuata.

Quando ha suonato il citofono, ed era lui, è stato detto agli impiegati di scendere per dare una mano e di portare una sedia: fu così che il direttore, dopo averlo fatto “accomodare” sulla sedia, è stato salito a braccia…proprio come un santo in processione!

No, non è possibile! Non è possibile che persone che pure hanno una cultura, che conoscono bene il problema delle barriere architettoniche, alla fine scelgano, per loro comodità, una soluzione del genere senza pensare a quanto può essere umiliante per una persona con un handicap

Ci auguriamo che da oggi fatti del genere non accadano più e che chiunque organizzi un evento, una riunione, un colloquio con persone con handicap, abbia la sensibilità di organizzarli in luoghi adatti. Ce lo auguriamo a partire dalle pubbliche amministrazioni.

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments